Posts Tagged ‘anniversario’

Mario GIORDANO a Corsano per i 40 anni de LA VOCE DI CORSANO

sabato, maggio 21st, 2016

LA VOCE DI CORSANO DA 40 ANNI!

sabato, ottobre 31st, 2015

La Voce di Corsano nasce per volontà di un gruppo di giovani nel lontano ottobre del 1975 come numero unico.
Non nasce come organo di partito, senza pur tuttavia nascondere la sua tendenza politica. Infatti nel suo articolo di fondo del suo primo numero alla domanda “Chi Siamo, Cosa Vogliamo” senza infingimenti ed iprocresia si risponde di essere “Anticomunisti e diamo vita a questo giornale indipendente con il solo scopo di portare la nostra energia, il nostro entusiasmo, il nostro coraggio, la nostra gioventù, il nostro contributo al servizio della vita pubblica di Corsano”.
Il giornale viene dato alle stampe ogni primo giorno dell’anno. Viene distribuito gratuitamente a tutte le famiglie di Corsano e a quanti, cittadini di Corsano, si trovano fuori sede per motivi di lavoro o di studio ed in particolar modo a quanti risiedono all’estero.
E’ una testata giornalistica che viene sostenuta economicamente dalle sole entrate pubblicitarie e dal contributo spontaneo dei suoi lettori.
E’ un giornale che vuole fotografare la vita quotidiana e le vicende socio-culturali ed amministrative di Corsano e focalizzare i problemi e le tematiche del paese e del Capo di Leuca. Tale impegno ha cercato di svolgerlo anche attraverso iniziative quali dibattiti, conferenze e pubblicazioni al fine di valorizzare la stampa locale, mezzo indispensabile per la migliore e più approfondita conoscenza dei costumi, abitudini, cronaca della nostra gente.
Dopo i primi numeri, stampati in ciclostile, nel dicembre del 1979 viene stampato in tipografia presso la “Duemme” di Lecce.
Fino al 1988 tutti gli articoli pubblicati sul giornale sono firmati con pseudonimi. Questa decisione non scaturiva certamente dal timore o dalla paura di poter essere smentiti o peggio ancora dalla vigliaccheria di chi comodamente si rifugia nell’anonimato, ma dal fatto che di tutto ciò che si scrive non ha certamente importanza chi lo scrive, ma cosa si scrive e ciò che si vuole dire.
Dal decimo anno di pubblicazione esce come supplemento prima ad “Informazioni Sud”, a “Presenza” e poi a “La Contea” con rubriche che segnano la storia del giornale quali: “Cose che si notano in paese”“Vere … quasi Vere… False”“Numeri curiosi”“Spigolando” e la storica e fortunata rubrica “Il Semaforo”.
Nel 1985 si decide di dare una nuova veste tipografica curata dall’amico e compianto Carlo Belfiore: esce in formato A3 sostituendo il formato A4 con il quale era stato stampato fino a quella data.
Da allora tutti gli articoli saranno firmati, abbandonando così gli pseudonimi. Compare per la prima volta la figura dello strillone, simbolo de La Voce di Corsano, e contemporaneamente viene ideata una veste grafica alla testata ed arricchito di nuove firme.
Nel 1988 viene registrata presso la Camera e Commercio di Lecce al n° 156302 e viene iscritta nel Registro della stampa del Tribunale di Lecce al n° 420 con un proprio direttore nella persona del Dr. Giovanni Mastrangelo come quadrimestrale di cultura, politica e sport. Il giornale viene arricchito con inserti monotematici come “I segni religiosi del nostro paese”“Lo stradario del Comune di Corsano”“Lo statuto”“I giovani e il tempo libero a Corsano” e con articoli di approfondimento su argomenti di particolare interesse.
Nel 1993 il giornale si rende copioso di nuove rubriche e di importanti collaborazioni, stabilizzandosi in sedici facciate.
Nel 1994, con atto del Notaio Antonio Baldassarre viene costituita l’Associazione “La Voce di Corsano” e ne diviene proprietaria della testata giornalistica.
Dal 1997 esce nel periodo estivo con un supplemento “IL FOGLIO” in formato A4 di quattro facciate.
Nel dicembre del 2004 il giornale festeggia il suo trentennale di vita con una nuova veste grafica e viene stampato tutto a colori.
Nel corso degli anni non sono mancati gli apprezzamenti per questo giornale. Infatti la testata è stata più volte menzionata dalla stampa regionale per il suo qualificato ruolo svolto.
Inoltre in varie pubblicazioni è stata citata come fonte di avvenimenti storici e di cronaca. In più alcuni laureandi hanno arricchito la loro tesi facendo riferimento a quanto pubblicato da “La Voce di Corsano”