Archive for the ‘News’ Category

No all’abbattimento dei 25 pini monumentali – La Gazzetta del Mezzogiorno 23/02/16

mercoledì, febbraio 24th, 2016

On-line l’ultimo numero de “La Voce di Corsano”

sabato, febbraio 13th, 2016

Clicca sull’immagine per sfogliare il giornale

LA VOCE DI CORSANO DA 40 ANNI!

sabato, ottobre 31st, 2015

La Voce di Corsano nasce per volontà di un gruppo di giovani nel lontano ottobre del 1975 come numero unico.
Non nasce come organo di partito, senza pur tuttavia nascondere la sua tendenza politica. Infatti nel suo articolo di fondo del suo primo numero alla domanda “Chi Siamo, Cosa Vogliamo” senza infingimenti ed iprocresia si risponde di essere “Anticomunisti e diamo vita a questo giornale indipendente con il solo scopo di portare la nostra energia, il nostro entusiasmo, il nostro coraggio, la nostra gioventù, il nostro contributo al servizio della vita pubblica di Corsano”.
Il giornale viene dato alle stampe ogni primo giorno dell’anno. Viene distribuito gratuitamente a tutte le famiglie di Corsano e a quanti, cittadini di Corsano, si trovano fuori sede per motivi di lavoro o di studio ed in particolar modo a quanti risiedono all’estero.
E’ una testata giornalistica che viene sostenuta economicamente dalle sole entrate pubblicitarie e dal contributo spontaneo dei suoi lettori.
E’ un giornale che vuole fotografare la vita quotidiana e le vicende socio-culturali ed amministrative di Corsano e focalizzare i problemi e le tematiche del paese e del Capo di Leuca. Tale impegno ha cercato di svolgerlo anche attraverso iniziative quali dibattiti, conferenze e pubblicazioni al fine di valorizzare la stampa locale, mezzo indispensabile per la migliore e più approfondita conoscenza dei costumi, abitudini, cronaca della nostra gente.
Dopo i primi numeri, stampati in ciclostile, nel dicembre del 1979 viene stampato in tipografia presso la “Duemme” di Lecce.
Fino al 1988 tutti gli articoli pubblicati sul giornale sono firmati con pseudonimi. Questa decisione non scaturiva certamente dal timore o dalla paura di poter essere smentiti o peggio ancora dalla vigliaccheria di chi comodamente si rifugia nell’anonimato, ma dal fatto che di tutto ciò che si scrive non ha certamente importanza chi lo scrive, ma cosa si scrive e ciò che si vuole dire.
Dal decimo anno di pubblicazione esce come supplemento prima ad “Informazioni Sud”, a “Presenza” e poi a “La Contea” con rubriche che segnano la storia del giornale quali: “Cose che si notano in paese”“Vere … quasi Vere… False”“Numeri curiosi”“Spigolando” e la storica e fortunata rubrica “Il Semaforo”.
Nel 1985 si decide di dare una nuova veste tipografica curata dall’amico e compianto Carlo Belfiore: esce in formato A3 sostituendo il formato A4 con il quale era stato stampato fino a quella data.
Da allora tutti gli articoli saranno firmati, abbandonando così gli pseudonimi. Compare per la prima volta la figura dello strillone, simbolo de La Voce di Corsano, e contemporaneamente viene ideata una veste grafica alla testata ed arricchito di nuove firme.
Nel 1988 viene registrata presso la Camera e Commercio di Lecce al n° 156302 e viene iscritta nel Registro della stampa del Tribunale di Lecce al n° 420 con un proprio direttore nella persona del Dr. Giovanni Mastrangelo come quadrimestrale di cultura, politica e sport. Il giornale viene arricchito con inserti monotematici come “I segni religiosi del nostro paese”“Lo stradario del Comune di Corsano”“Lo statuto”“I giovani e il tempo libero a Corsano” e con articoli di approfondimento su argomenti di particolare interesse.
Nel 1993 il giornale si rende copioso di nuove rubriche e di importanti collaborazioni, stabilizzandosi in sedici facciate.
Nel 1994, con atto del Notaio Antonio Baldassarre viene costituita l’Associazione “La Voce di Corsano” e ne diviene proprietaria della testata giornalistica.
Dal 1997 esce nel periodo estivo con un supplemento “IL FOGLIO” in formato A4 di quattro facciate.
Nel dicembre del 2004 il giornale festeggia il suo trentennale di vita con una nuova veste grafica e viene stampato tutto a colori.
Nel corso degli anni non sono mancati gli apprezzamenti per questo giornale. Infatti la testata è stata più volte menzionata dalla stampa regionale per il suo qualificato ruolo svolto.
Inoltre in varie pubblicazioni è stata citata come fonte di avvenimenti storici e di cronaca. In più alcuni laureandi hanno arricchito la loro tesi facendo riferimento a quanto pubblicato da “La Voce di Corsano”

La Voce di Corsano Augura Buon Natale!

mercoledì, dicembre 24th, 2014

IL FOGLIO de “La Voce di Corsano” è online

mercoledì, ottobre 8th, 2014

Clicca sull’immagine per sfogliarlo


TI RACCONTO A CAPO alla ricerca dell’AMOR PERDUTO – dal 31 luglio al 9 agosto

giovedì, luglio 31st, 2014

Recuperare la grammatica del corteggiamento fatta da parole antiche e sentimenti eterni, è questo l’oggetto della ricerca dell’edizione 2014 di Ti Racconto A Capo, un progetto articolato che attraverso diverse iniziative intende ripercorrere la storia, le tradizioni e le peculiarità territoriali e comunitarie del Capo di Leuca, cogliendo le innovazioni del nostro tempo e costruendo un nuovo futuro dalle radici profonde.

L’amor perduto è il tema che contrassegnerà il quinto anno di Ti racconto a Capo che dal 31 luglio al 9 agosto si svolgerà nel Capo di Leuca, con tappe a Leuca e Tiggiano ed epicentro a Corsano.

Quest’anno il lavoro di creazione e formazione della Residenza Teatrale – dichiara Chiarello – ha un tema che unisce profondità, sentimenti e tradizione. Ormai ci mancano le parole e il coraggio per dichiarare il nostro amore. Le serenate, il corteggiamento perduto, l’amore dei nostri genitori. Un amore antico guardato da occhi ancora ingenui. Come si corteggiava? La ricerca della risposta a questa domanda ci permetterà di riscrivere un dizionario di parole smarrite”.

L’organizzazione dell’Associazione Idee A Sud Est con il supporto di Nasca Teatri di Terra, darà vita alla residenza teatrale “Hestia. Il Ventre dei Luoghi” diretta dall’attore e regista Ippolito Chiarello che detterà la linea artistica dell’intero progetto.

Per dieci giorni 16 artisti selezionati attraverso un bando pubblico saranno ospitati nella residenza teatrale, si confronteranno con le famiglie salentine, parteciperanno a pieno alla vita quotidiana del Capo di Leuca, vivranno intensamente le piazze e i luoghi di incontro, per poterne cogliere le tradizioni e le emozioni che saranno gli elementi essenziali dello spettacolo conclusivo realizzato da loro stessi.

Nel rispetto dello spirito più intimo delle residenze artistiche, artisti emergenti ed affermati “fermeranno” il loro tempo per prendersi tutto il tempo di creare, contaminare e farsi contaminare da quell’energia creativa che solo luoghi e comunità antiche sanno custodire ed alimentare. Insieme a Chiarello e ai 16 artisti selezionati quest’anno la residenza potrà contare sulla eccezionale presenza di Giulia Anania. La cantante, poetessa e paroliera romana  – vincitrice del premio della critica al Festival di San Marino nel 2006, finalista al Premio De Andrè 2007, in concorso al Festival di Sanremo nel 2012, ha diviso il palco con artisti del calibro di Ascanio Celestini, Banco del Mutuo Soccorso, Riccardo Sinigallia e nel 2010 è diventata autrice con contratto di esclusiva per Warner Chappell avendo da subito l’occasione di collaborare con alcuni dei più grandi autori italiani –si svelerà “alla ricerca dell’amor perduto”.

Sempre allo scopo di favorire la contaminazione tra luoghi, persone, fatti e sogni ogni sera la residenza teatrale accoglierà degli ospiti d’eccezione, organizzando incontri aperti al pubblico allestiti a Corsano e con due tappe a Leuca e Tiggiano, tutti legati dal filo conduttore dei versi di Vittorio Bodini, del quale ricorre il centenario dalla nascita. Non solo, la residenza sarà a sua volta ospite del Locomotive Jazz Festival. All’alba del 3 agosto alle 4:00 a Marina Serra – Tricase (Le) i 16 attori partecipanti alla residenza irromperanno con una performance a sorpresa nello spettacolare appuntamento dell’Alba In Jazz 2014 del Locomotive Jazz Festival

Gli appuntamenti in residenza saranno animati da dialoghi, esibizioni e proiezioni, spaziando dalla letteratura alla tradizione popolare, dal teatro alla musica, passando per il cinema. Il calendario è così strutturato:

31 luglio serata inaugurale insieme a LECCE2019: Airan Berg (Direttore LECCE2019), Dario Quarta (Qui Salento) e la presentazione dei 16 partecipanti alla Residenza Teatrale;

1 agosto serata dedicata al giornalismo con il giornalista e storico Direttore di Radio Radicale, Massimo Bordin, che presenterà il suo ultimo libro “Complotto!” intervistato dal giornalista del Nuovo Quotidino di Puglia, Francesco Gioffredi.

2 agosto appuntamento con le storie di storia orale. Un dialogo fatto di racconti musicati con Salvatore Colazzo, Docente di Pedagogia Sperimentale presso l’Università del Salento, e con il cantastorie Luigi Mengoli.All’alba del 3 agosto alle 4:00 a Marina Serra – Tricase (Le) irruzione nell’Alba In Jazz 2014 del Locomotive Jazz Festival.

3 agosto una serata immersa nei ricordi e nella tradizione grazie alla presenza di un gruppo di anziani di Corsano che racconteranno l’antico “Gioco dei Puni”, uno svago tipicamente corsanese.

4 agosto la stupenda Villa Meridiana sul lungomare di Leuca farà da cornice al concerto del Tranceformation Duo composto dalla flautista Giorgia Santoro e dal chitarrista Adolfo La Volpe.

5 agosto l’amore nella moda e nel cinema tra proiezioni e narrazioni, grazie all’intervento di Giovanni Scarafile, docente di Cinema e Etica della Comunicazione presso l’Università del Salento, e Leonardo Nuccio, rappresentante d’impresa per abiti nuziali.

6 agosto lo stupendo castello secentesco di Tiggiano sarà lo scrigno per le armonie composte dalla poetessa e cantautrice Alessandra Nicita, accompagnata dalle incursioni teatrali di Ippolito Chiarello. La trentenne salentina, già autrice di due raccolte di poesie “Sono stata molto delusa dai mirtilli e “Arrivò l’amore e non fu colpa mia”, ha realizzato il cd “Spegni la luna” che sarà il fil rouge musicale della serata.

Il 9 agosto a Corsano sarà la serata conclusiva del percorso artistico. Alle 21:00 piazza S. Giuseppe sarà immersa in un’atmosfera magica grazie a un dedalo di rappresentazioni che ricostruiranno il pentagramma dell’armonia amorosa. Tra serenate, corteggiamenti e storie d’amore, ogni angolo sarà un palcoscenico a cielo aperto che sino all’alba metterà in scena L’AMOR PERDUTO.

La quinta edizione conferma l’impegno per la realizzazione di un progetto che sin dal 2010 si è sempre basato sulla GRATUITA’ e sullo SCAMBIO. Gli artisti selezionati parteciperanno gratuitamente alla residenza che si realizza grazie alla donazione da parte della comunità di beni e prodotti (frutta, pasta, bibite ecc.). E alla comunità, in cambio di un luogo e di un tempo da dedicare alla ricerca, gli attori restituiranno la creazione artistica, il significato profondo del loro lavoro, la loro lettura del mondo e dell’amor perduto assieme ad un’indimenticabile notte di serenate e canti appassionati. Perché da sempre, lì dove le istituzioni mancano, la comunità sa farsi volano per lo sviluppo e il cambiamento.

Per il quinto anno consecutivo Ti Racconto A Capo si anima di nuove energie – evidenziano gli ideatori Carlo Ciardo e Luciano De Francesco – pur rimanendo legato all’idea originaria e di far dialogare l’arte col territorio. La Residenza Teatrale rappresenta ormai un momento di creazione artistica, un centro di scoperta e valorizzazione delle peculiarità territoriali, un luogo di coinvolgimento dei residenti e dei turisti. Anche quest’anno andiamo a Capo per raccontare una storia che abbia il sapore del passato e il gusto di un nuovo futuro”.

TI RACCONTO A CAPO sostiene LECCE2019 può contare sul patrocinio di: Provincia di Lecce, Comune di Corsano, Comunedi Tiggiano, Comune di Castrignano del Capo, Comune di Tricase, LiquiLab, Laboratorio Urbano Giovanile di Corsano.

Corsano, è corsa a quattro – Il Quotidiano 27/04/2014

mercoledì, aprile 30th, 2014

Corsano – Covegno Fidas “La cultura del dono: ieri, oggi, domani”

mercoledì, aprile 9th, 2014

L’U.S. Lecce e la SVICAT rugby a Corsano per “Lo Sport per la Vita”

mercoledì, marzo 12th, 2014

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento “LO SPORT PER LA VITA” organizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili e Associazionismo della Città di Corsano, che coinvolge i ragazzi che si approcciano allo sport, tutti gli sportivi e le famiglie, per veicolare informazioni e messaggi contro il doping, contro le droghe e per il rispetto delle regole.
Il 13 marzo alle 18:30 nell’Auditorium Comunale, l’Amministrazione di Corsano, grazie alla collaborazione con l’U.S. Lecce e con la società di rugby SVICAT, si è impegnata a confermare un incontro che rappresenta un momento di confronto e sensibilizzazione verso tematiche che vanno ben al di là della sola pratica sportiva e si innestano nelle fondamenta del sano vivere civile.

La serata, moderata dal giornalista Dario Stefanelli (PianetaLecce), sarà introdotta dal Consigliere delegato allo sport Emiliano Bisanti e vedrà l’intervento dei calciatori del Lecce Walter LOPEZ e Romeo PAPINI, della VicePresidente dell’U.S. Lecce Giulia TESORO e della delegata ai rapporti società-tifoseria Silvia FAMULARO, dei rugbisti Riccardo ROBUSCHI e Davide SIGNORE oltre al coach Giacomo FEDRIGO, che verranno intervistati da Alessandro Arnesano (Lecce in Azione).
L’appuntamento sarà aperto dai saluti istituzionali del Sindaco di Corsano Biagio Cazzato e del Consigliere Provinciale Biagio Ciardo e concluso dall’Assessore Francesco Caracciolo.

L’incontro rientra nel programma dell’Azione Europea sulla Droga creato dalla Commissione Europea, al quale la Città di Corsano ha aderito sin dal 2009 rientrando in una rete internazionale di contrasto agli stupefacenti.

On-line l’ultimo numero de “La Voce di Corsano”

lunedì, gennaio 13th, 2014

Clicca sull’immagine per sfogliare il giornale